Controversies in Genitourinary Tumors
Paziente Anziano con neoplasia polmonare
Tumore polmone

Correlazione tra regressione istologica nel melanoma primario e stato del linfonodo sentinella


L'influenza della regressione sullo stato del linfonodo sentinella ( SN ) è controversa.
In molti Centri, la presenza della regressione di melanomi sottili supporta l'esecuzione di una biopsia del linfonodo sentinella.
Si è cercato di determinare se la regressione del melanoma primario abbia qualche influenza sul coinvolgimento del linfonodo sentinella.

È stato effettuato uno studio retrospettivo di melanomi con spessore di Breslow maggiore di 0.75 mm e con linfonodo sentinella sottoposto a biopsia nel periodo 2003-2010, presso l’Instituto Valenciano de Oncologia ( Valencia, Spagna ).

Sono stati inclusi nello studio solo i casi con campioni inclusi in paraffina o vetrini con reperti istologici che rappresentassero il tumore primario disponibili per la revisione.
I melanomi di 201 pazienti hanno soddisfatto questi criteri e hanno costituito il nucleo dello studio.

Le principali misure erano la presenza o assenza di regressione del melanoma primitivo, il tipo ( precoce versus tardivo ) e l'estensione, correlate con la presenza o l'assenza di metastasi nel linfonodo sentinella.
Inoltre, sono state correlate le principali caratteristiche cliniche e istologiche del melanoma primario con lo stato del linfonodo sentinella e con le caratteristiche della regressione.

È stata riscontrata regressione in 52 melanomi ( 25.9% ).

La regressione non ha mostrato una associazione statisticamente significativa con lo stato del linfonodo sentinella.
Quando i melanomi sono stati suddivisi per spessore di Breslow in 4 gruppi, quelli con regressione avevano una minore frequenza di linfonodi sentinella positivi in 3 gruppi su 4 ( minore o uguale a 1.00, 1.01-2.00 e superiore a 4.00 mm ), anche se le differenze non hanno raggiunto la significatività statistica in alcun gruppo.

Non è stata trovata alcuna influenza del tipo di regressione o della sua estensione sullo stato del linfonodo sentinella.

La regressione è stata trovata più frequentemente nei melanomi sottili ( minore o uguale a 1.00 mm ), nei melanomi localizzati su un sito assiale, e nei melanomi con diffusione superficiale o del tipo lentigo maligna ( P=0.02, P minore di 0.001 e P=0.03, rispettivamente ).

In conclusione, la regressione del melanoma primitivo non è risultata associata a una più alta percentuale di linfonodi sentinella positivi.
Questi dati non supportano la pratica di eseguire la biopsia del linfonodo sentinella nei melanomi sottili con regressione in assenza di ulteriori caratteristiche prognostiche negative. ( Xagena2014 )

Botella-Estrada R et al, JAMA Dermatol 2014;150:828-835

Dermo2014 Onco2014



Indietro