Paziente Anziano con neoplasia polmonare
Controversies in Genitourinary Tumors
ForumOncologico

Associazione tra livelli di vitamina D ed esito del melanoma dopo aggiustamento per proteina C-reattiva


È stata valutata l’associazione tra livelli di 25-idrossivitamina D ( vitamina D ) e misure di esito nei pazienti con melanoma dopo aver controllato per la risposta infiammatoria sistemica ( SIR ) sulla base della misurazione simultanea della proteina C-reattiva ( CRP ).

I campioni di plasma di 1.042 pazienti con melanoma, osservati in modo prospettico, sono stati analizzati per la vitamina D e la proteina C-reattiva.
Sono state determinate le associazioni tra demografia e proteina C-reattiva con vitamina D, seguite da una determinazione della associazione tra vitamina D, stadio tumorale e misure di esito a partire dalla data di prelievo del sangue.
Il livello di vitamina D è stato ritenuto sufficiente se era tra 30 e 100 ng/ml.

Il livello mediano di vitamina D era di 25.0 ng/ml.

Il tempo mediano di follow-up è stato di 7.1 anni.

Un livello di vitamina D inferiore è risultato associato a prelievo di sangue nei mesi autunnali e invernali ( P minore di 0.001 ), età avanzata ( P=0.001 ), aumento della proteina C-reattiva ( P minore di 0.001 ), aumentato spessore del tumore ( P minore di 0.001 ), tumore ulcerato ( P=0.0105 ) e la fase avanzata del melanoma ( P=0.0024 ).

Un più basso livello di vitamina D era associato a minore sopravvivenza globale ( OS; P minore di 0.001 ), sopravvivenza melanoma-specifica ( MSS; P=0.0025 ) e sopravvivenza libera da malattia ( DFS; P=0.0466 ).

L'effetto della vitamina D nelle misure di esito è rimasto dopo aggiustamento per proteina C-reattiva e altre covariate.

Gli hazard ratio multivariati per unità di diminuzione di vitamina D sono stati 1.02 per la sopravvivenza globale ( P=0.0051 ), 1.02 per la sopravvivenza specifica per il melanoma ( P=0.048 ) e 1.02 per la sopravvivenza libera da malattia ( P=0.0427 ).

In conclusione, livelli inferiori di vitamina D nei pazienti con melanoma sono stati associati con gli esiti peggiori.
Anche se livelli inferiori di vitamina D sono stati fortemente associati con una maggiore proteina C-reattiva, le associazioni tra bassa vitamina D con una più ridotta sopravvivenza globale, sopravvivenza melanoma-specifica e sopravvivenza libera da malattia erano indipendenti da questa correlazione.
Uno studio dei meccanismi responsabili di queste associazioni può essere utile per i pazienti con melanoma. ( Xagena2016 )

Fang S et al, J Clin Oncol 2016; 34: 1741-1747

Dermo2016 Onco2016



Indietro