Tumore al polmone: valutazione geriatrica multidimensionale
Tumore Mammella
OncoPneumologia

Associazione tra fattori di rischio del paziente e frequenza dei melanomi cutanei associati ai nevi


Le frequenze riportate di associazioni tra melanomi cutanei primari e nevi melanocitici variano ampiamente tra il 4% e il 72%.
Tuttavia, gli studi istopatologici precedenti erano limitati dal loro disegno retrospettivo e non hanno valutato l'influenza di importanti fattori di rischio correlati al paziente.

Sono state identificate le frequenze dei melanomi nevo-associati e sono stati correlati i fattori legati al paziente e al melanoma in uno studio prospettico, osservazionale, con la documentazione sistematica dei fattori di rischio di melanoma, criteri clinici e dermoscopici delle lesioni escisse, e risultati dell’esame istopatologico, a cui hanno partecipato 832 pazienti ad alto rischio di sviluppare un melanoma.

La valutazione è stata eseguita ad intervalli regolari tra il 1997 e il 2012.
I principali risultati erano la valutazione della frequenza del melanoma nevo-associato e l'influenza dei fattori legati al paziente e al melanoma legati alla manifestazione del tumore.

Durante lo studio, 190 melanomi ( 81, 42.6%, in situ e 109, 57.4%, invasivo ) sono stati diagnosticati in 113 dei 832 pazienti ( 13.6% ); vi erano 42 donne ( 37.2% ) e 71 uomini ( 62.8% ).
Lo spessore Breslow mediano dei melanomi invasivi era pari a 0.42 mm.
L'esame istopatologico ha rivelato i resti di nevi melanocitici in 103 melanomi ( 54.2% ).

La maggior parte dei melanomi nevo-associati è stata trovata sul tronco ( 67, 65.1% ); tuttavia, la significatività statistica per la localizzazione non era presente ( P=0.06 ).

Nelle analisi univariate, segnalate come odds ratio( OR ), i melanomi nevo-associati sono stati trovati significativamente più frequentemente nei pazienti a minor rischio di melanoma ( gruppo di rischio 1, più di 50 nevi atipici comuni e/o 3 o meno, 2.75; P=0.02 ), con più di 100 nevi ( 1.63; P=0.04 ) o con diagnosi di melanoma in situ ( 14.01; P minore di 0.001 ).

Per contro, i melanomi nevo-associati sono stati trovati significativamente meno frequentemente nei pazienti con 1 o più melanomi precedenti ( 0.28; P=0.005 ).

Tutti gli altri fattori ( ad esempio, età, tipo di pelle, colore dei capelli e spessore del melanoma ) non hanno mostrato alcuna significativa influenza sulla manifestazione dei melanomi nevo-associati.
Queste osservazioni sono state confermate in un'analisi separata con tutti i 109 melanomi invasivi.

L'analisi di regressione multivariata ha identificato 3 fattori indipendenti correlati al paziente ( alto numero di nevi, basso rischio di melanoma e sesso femminile ) e 1 fattore correlato al melanoma ( melanoma in situ ) per essere indicativo di un aumento significativo della probabilità di melanomi nevo-associati.

In conclusione, in questo studio prospettico di coorte di pazienti ad alto rischio, il 54.2% dei melanomi primari erano associati a nevi melanocitici. I pazienti con molti nevi e senza precedenti melanomi o precedenti tratti di nevo atipico familiare e sindrome di melanoma multiplo avevano una maggiore frequenza di melanomi nevo-associati.
Questi pazienti potrebbero quindi trarre beneficio dalla dermoscopia digitale sequenziale, oltre alla fotografia di tutto il corpo. ( Xagena2016 )

Haenssle HA et al, JAMA Dermatol 2016; 152: 291-298

Dermo2016 Onco2016



Indietro